Cerca Hotel al miglior prezzo

Tour a New York City nei luoghi dei film e delle serie televisive

Familiare, è questa l’impressione che si ha di New York la prima volta che si visita. Grattacieli che toccano il tetto del mondo, luci che non si spengono mai, suoni, rumori, altezze e proporzioni che potrebbero intimidire chiunque, eppure è proprio così che appare.

Il motivo è semplice, nessuna città al mondo è stata citata così tante volte sul piccolo come sul grande schermo; quinta scenica d’eccezione e a volte inconsapevolmente coprotagonista, la Grande Mela campeggia e occhieggia ovunque, quasi avesse una vita propria in celluloide.

Sono davvero troppi i film e le serie tv per tenerne un conto preciso, ma se si è in partenza per New York ne suggerisco due in particolare dove la città diventa una comprimaria di tutto rispetto. Basterebbe anche solo l’intro iniziale del pluripremiato “Manhattan” per innamorarsi perdutamente di New York: quasi quattro minuti di immagini che scivolano veloci e leggere sulle note di George Gershwin, un omaggio del grande Woody Allen alla sua città e alla sua anima a volte oscura. Il film del 1979 è girato interamente in bianco e nero e la New York che accompagna i protagonisti nelle loro inquietudini e frustrazioni è ancora integra e non mutilata dalle ferite dell’11 settembre, un po’ diafana e melanconica, quanto snob e fumosa.

In “Tutto può cambiare” (ndr Begin Again in lingua originale) si ritrova una città certamente più attuale, ma soprattutto luminosa, vitale e musicale. Il film del 2013 vede una Keira Knightley e un Mark Ruffalo in stato di grazia reinventare gli angoli di New York come fossero studi di registrazione all’aperto. Come un arrangiamento è in grado di cambiare la traccia di una melodia, la musica sembra donare vita e corpo ai luoghi della città che sfilano veloci nel film: Union square, la fontana di Bethesda e il laghetto di Central Park, un anonimo rooftop all’ombra dell’Empire State Building, Washington square, la subway e i panorami dall’Hudson.

Una volta arrivati a New York City dunque ci si ritrova a cercare o a riconoscere luoghi e attrazioni che identificano film di culto come "Ghostbusters" (1984), imperdibile la sede degli Acchiappafantasmi nel quartiere di Tribeca, al 14 di N Moore St; “Rosemary's Baby - Nastro rosso a New York” (1968) ambientato nel Dakota Building, tra la 72nd St e Central Park West; e ancora “Taxi Driver” (1976) con una cupa Times square, “Il Diavolo veste Prada” (2006) con i grattacieli della Sixth Avenue e i negozi di alta moda sulla Medison Avenue o “Hitch - Lui sì che capisce le donne” (2005) con i panorami sull’Hudson e Ellis Island.

I musei sono anch’essi grandi protagonisti, il Museo di storia naturale è il luogo insolito dove statue e personaggi improponibili si animano in ben due episodi di “Una notte al museo” (2007, 2009) e il Tempio di Dendur nel Metropolitan Museum ospita la festa lussuosa in cui la bella Jennifer Lopez, novella cenerentola, incontra il suo principe azzurro in “Un amore a cinque stelle” (2002). E ancora, l’Empire State Building ci fa tornate alla memoria “Insonnia d’amore” (1993) ma soprattutto il gorilla King Kong; il Plaza è il luogo dove tutte le newyorkesi sembrano volersi sposare (“La mia miglior nemica” - 2009) e Tiffany il luogo dove tutte le ragazze vogliono vivere il loro sogno d’amore (“Colazione da Tiffany” - 1961). E come dimenticare le grandi aree verdi? da Central Park a Washington Square dove una giovanissima Jane Fonda cerca disperatamente di riconquistare il suo amore in “A piedi nudi nel parco” (1967).

È possibile andare a “zonzo” in autonomia oppure affidarsi a uno dei tanti movie tour organizzati in città. Per cavarsela da soli si può consultare otsoNY (onthesetofnewyork.com) che propone un archivio completo dei film girati a New York e utili mappe da scaricare.

Se invece si preferisce un tour organizzato, non si ha che l’imbarazzo della scelta. Con l’acquisto del New York Pass (www.newyorkpass.com) si può partecipare all’On Location Tours UPTOWN New York TV and Movie Sites: la guida è un attore locale e il tour è dedicato ai luoghi di Manhattan resi famosi dai film o dalle serie tv da Seinfeld a Friends fino al più recente How I Met Your Mother (tour in bus, circa 2 ore e mezzo, $ 32). Il New York Tour (www.newyorktour.it) organizza un movie tour sempre in lingua inglese tra i luoghi del piccolo e grande schermo (circa tre ore e mezzo, 59 euro), mentre il NewYorkCity.it (www.newyorkcity.it) propone un tour oltre che ai luoghi immortalati nelle pellicole anche alle residenze di molte celebrità (tutti i giorni, partenza alle 11, durata: circa tre ore e mezzo, a partire da 40 euro).

Central Park, con la quantità di location prestate al grande schermo, è il luogo ideale per tour da compiere a piedi (calcolare circa 2-3 ore); da segnalare quello compreso nelle attrazioni del New York Pass, l’On Location Tours Central Park TV and Movie Sites ($ 25), e quello organizzato sempre da NewYorkCity.it (a partire da 23 euro).

Tour dedicati esclusivamente ad alcune serie televisive sono organizzati da On Location tour (www.onlocationtours.com) che propone movie tour sui luoghi di Sex and the City (3 ore e mezzo, $47), Gossip Girl (3 ore, $43), mentre per i fan de I Soprano il tour panoramico sui luoghi resi celebri della serie HBO raggiunge anche le aree suburbane del New Jersey (4 ore, $47). Anche il già citato NewYorkCity.it propone movie tour specializzati (tutti in lingua inglese, della durata di circa 2-3 ore, prezzi che variano da 40 a 70 euro) e tra questi il Glee Tour, e il Mad Man (due tour al giorno, pomeriggio e sera, dress code obbligatorio anni 60).

A questo punto non resta che partire!
  •  

 Pubblicato da il 08/12/2015 - 2.573 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
21 Gennaio 2017 Il Carnevale di Avola

Un appuntamento ricorrente che ogni anno anima Avola, la bella cittadina ...

NOVITA' close