Cerca Hotel al miglior prezzo

Biennale del Muro Dipinto di Dozza, il programma dell'evento

Pagina 1/2

Sarà un compleanno importante quello che la Biennale del Muro Dipinto di Dozza, uno dei più borghi più belli d'Italia localizzato in provincia di Bologna, festeggerà il prossimo 14 settembre.

Le candeline da spegnere sulla torta saranno 50, corrispondenti a 25 edizioni. Nata nel 1960 ha visto la partecipazione di più di 200 artisti trasformando di fatto Dozza in una consolidata meta turistica.

La kermesse artistica, in programma fino al 20 settembre, trasforma ogni due anni il suggestivo borgo medievale di 6.600 abitanti dominato dalla Rocca Sforzesca, sede dell'Enoteca Regionale dell'Emilia-Romagna, in un laboratorio artistico. I muri delle abitazioni diventano tele virtuali sulle quali i pittori concentrano la forza creativa realizzando opere uniche e irripetibili sotto agli occhi dei visitatori.

Nel tempo, la biennale ha trasformato le strette vie in una galleria a cielo aperto che ospita 150 dipinti fra affreschi, murales, stucchi e acrilici. Per conservare memoria dei più amati e dei loro autori, gli organizzatori hanno messo alla prova professionisti locali e studenti dell'Accademia delle Belle Arti di Bologna nel restauro di alcune delle opere entrate di diritto nella galleria open air "Dozza Imolese", come "Muro 150" realizzato nel 2011 dall'artista e scenografo Gino Pellegrini, scomparso di recente, "Libertà di pensiero", firmato nel 1997 da Simon Benetton, "La scalata", opera di Concetto Pozzati datata 1971, "La festa della Segavecchia" di Tonino Dal Re, che dal 1962 compare in via De Amicis.

Altri lavori saranno cancellati per lasciare posto alla creatività dei nuovi protagonisti, pittori e artisti noti a livello nazionale e internazionale. Si tratta, per citarne alcuni, di Umberto Zanetti, bolognese, maestro nell'uso del vetro, Maria Agata Amato, docente all'Accademia di Belle Arti di Bologna, Omar Galliani, legato all'Accademia delle Belle Arti di Brera, Paolo Barbieri, illustratore alla pari di Maria di Stefano, Fabrizio "Bicio" Fabbri, vignettista e disegnatore.

Al termine della kermesse, i muri delle abitazioni di Dozza potranno sfoggiare un centinaio di nuovi dipinti. L'avvio della manifestazione è previsto alle 11 del 14 settembre nel salone della Rocca Sforzesca con la presentazione degli artisti che daranno concretezza al percorso creativo. Due giorni più tardi, mercoledì 16, l'appuntamento è con “#MuroParlante – I dozzesi raccontano 50 anni di Muro Dipinto”, iniziativa dedicata ai cittadini di Dozza e del loro rapporto con la biennale, raccontata in un video realizzato dalla Fondazione Dozza Città d'Arte, curatrice della manifestazione, e proiettato alle 15. Qualche ora più tardi, alle 20, il palcoscenico allestito di fronte alla Rocca ospiterà “#MuroDipintoShow: storie, aneddoti e curiosità con ospiti da salotto”.

Il giorno successivo, alle 21, lo stesso palco ospiterà la performance di immagini e musica "Mota" curata da Federico Squassabia e Fabrizio Rivola. L'intera giornata di venerdì 18 è dedicata alle tecniche di restauro e conservazione utilizzate per far rivivere i dipinti conservati sui muri delle abitazioni di Dozza illustrate a partire dalle 17 nel salone maggiore della Rocca nella conferenza “Restauro dei Muri Dipinti di Dozza” curata dalle Accademie delle Belle Arti di Bologna e di Brera mentre alle 21 è previsto il concerto per sax e pianoforte dal titolo “Cartoline musicali. Ritmi ispirati dal viaggio” eseguito da Letizia Ragazzini e Luigi Moscatello.
... Pagina 2/2 ...

Il gran finale di sabato 19 è affidato al concerto del gruppo Ladri di T3erze. Domenica 20, per siglare il termine della manifestazione si svolgerà, nel pomeriggio, la cerimonia di chiusura in compagnia della Banda di Dozza. In concomitanza si svolgerà il XVII Memorial Luciano Pezzi, gara ciclista dedicata agli allievi con partenza alle 15 e premiazione alle 17.30.

A corollario delle iniziative principali inserite nel programma, ve ne sono altre, volute per rendere ancora più esclusiva la settimana. Ne fanno parte #ilMuroinCantina, programma di visite guidate ai murales della Cantina Bassi in vicolo Campeggi, i laboratori didattici organizzati per i bambini, l'annullo filatelico speciale, le degustazioni promosse in collaborazione con l'Enoteca Regionale. In questo caso, il calendario propone diversi appuntamenti a partire da domenica 13 settembre, con l'anteprima dal titolo "Aspettando il Muro Dipinto", degustazione dedicata, dalle 15 alle 18,45, al vino autoctono della zona, l'Albana, per proseguire venerdì 18, alle 20, con Cocktails DiVini, connubio di vini e cocktail con prenotazione obbligatoria, e finire il 20 settembre, con il banco d'assaggio monopolizzato dalla Malvasia allestito dalle 15 alle 18,45 davanti alla Rocca in occasione della cerimonia di chiusura.

La Rocca Sforzesca è sede di due mostre che hanno aperto la strada alla Biennale a partire dal luglio scorso. " Cinque fotografi per Gino" racconta tramite una serie di immagini dedicate al grande artista e scenografo hollywoodiano Gino Pellegrini, la sua costante presenza alle ultime edizioni del Muro Dipinto, mentre #Fondamenta raccoglie le opere di alcuni artisti e critici protagonisti delle prime edizioni del Muro Dipinto tra il 1960 e il 1964.

L'ultimo degli appuntamenti legati alla Biennale si svolgerà il 10 ottobre con la Giornata internazionale del Contemporaneo organizzata dall’Associazione Amici Musei d’Arte Contemporanea Italiani nella Rocca Sforzesca chiusa dalla visita guidata alla mostra #Fondamenta, aperta fino al 25 ottobre. La Street Art sarà protagonista a Toscanella, frazione di Dozza, dove in piazza della Libertà, sarà possibile ammirare il murales realizzato dai ragazzi dell'Officina Sant'Ermanno, dal titolo “Draghi al castello” ed il dipinto murario “In memoria di Augusto Melchiorri” realizzato da Andrea Pelliconi. Sempre a Toscanella, martedì 15 alle 21, l'artista Maria Di Stefano si metterà all'opera nel cortile dell'Istituto primario "Pulicari" accompagnata da letture e fiabe nell'ambito della manifestazione “I muri notturni a Toscanella". Durante la settimana inoltre le scuole saranno coinvolte attivamente nella produzione dei loro murales.

 Pubblicato da il 08/09/2015 - 4.360 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close