Cerca Hotel al miglior prezzo

Surf ed immersioni nel centro di Rotterdam: canale trasformato in parco acquatico

È indubbio che i paesi del Nord Europa abbiano una marcia in più per quanto riguarda l'innovazione e gli investimenti rispetto all'Italia, soprattutto in un momento storico ed economico come l'attuale, dove il nostro paese è alle prese con un periodo di recessione di cui non sembra vedersi la fine.
L'ultima idea in fatto di sviluppo urbanistico arriva infatti direttamente dall'Olanda, ed in particolare dalla città di Rotterdam, la seconda città più grande dei Paesi Bassi che sorge proprio tra i canali dell'enorme delta dei fiumi Reno, Mosa e Schelda, dove questi si diramano prima di gettarsi nel Mare del Nord.

Proprio come Amsterdam ed altre città olandesi, anche Rotterdam vive una stretta sinergia con l'acqua che l'attraversa; l'intento del progetto denominato RiF010 è quello di convertire nei prossimi mesi uno dei canali cittadini, il centralissimo Steigersgracht Canal, in una meta frequentata dai surfisti.

L'Europa non può certamente vantare le onde del Pacifico che fanno da sempre la gioia dei surfer americani, messicani o australiani, ed è così che a Rotterdam hanno deciso di inventari uno spazio urbano dove cimentarsi con le onde (artificiali, ovviamente), che avrà anche il pregio di favorire alcuni benefici ambientali per gli abitanti della città.

I residenti potranno presto godere di onde alte 1,5 metri proprio nel cuore della città. L'arena RiF010 aprirà i battenti nel giugno 2015, e dovrebbe diventare il nuovo polo di riferimento per gli sport acquatici come il surf, il bodyboard, la canoa e le immersioni subacquee. Il progetto è sviluppato dalla University of Technology di Delft ed avrà, come detto, anche alcuni risvolti positivi in ottica ambientalista: il sistema che genera le onde servirà anche per depurare naturalmente l'acqua all'interno del canale, che andrà a sostituire l'acqua stagnante attuale. L'altra interessante idea è quella che prevede la realizzazione di un mulino a vento con i ricavi del parco acquatico, che servirà a produrre energia elettrica per alimentare la città nonché lo stesso RiF010. Gli introiti saranno anche utilizzati per progetti di infrastrutture e spazi verdi in tutta l'area urbana.

Il parco prevede inoltre la realizzazione di una terrazza per gli spettatori, un baretto in stile spiaggia con bagni, spogliatoi e docce per le esigenze degli utenti, i quali potranno anche noleggiare l'attrezzatura per le attività in acqua.

Il progetto potrà vedere la luce grazie ad un'iniziativa del consiglio comunale di Rotterdam che ha proposto la votazione di una serie di progetti per migliorare la città: il RiF010 è stato così scelto come idea migliore dai cittadini e finanziato con 3,6 milioni di euro.
Il parco acquatico ecosostenibile sarà aperto da aprile a novembre, e fruibile anche da persone disabili, anziani e bambini; viste le rigide temperature olandesi almeno nei mesi autunnali o primaverili, sarà necessario indossare una muta prima di gettarsi in acqua. Non sono ancora stati forniti ulteriori dettagli sul RiF010, se non che l'inaugurazione è prevista per giugno 2015 e che, a quanto hanno fatto sapere i gestori, il prezzo del biglietto sarà accessibile per le tasche dei cittadini.

Per saperne di più si può consultare il sito ufficiale (solo in olandese) del RiF010 al seguente indirizzo:
www.rif010.nl
  •  

 Pubblicato da il 19/08/2014 - 2.607 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close