Cerca Hotel al miglior prezzo

Una replica della tomba di Tutankamon, apre a Luxor

Visitereste un sito archeologico finto? Ci siamo fatti questa domanda anche noi della redazione de ilTurista.info, e in effetti nascono parecchi dubbi quando si commenta una notizia del genere: una replica minuziosamente accurata della tomba di Tutankamon aprirà questo mese a Luxor, dove gran parte del flusso di visitatori verrà deviato.

Il problema era nato per l'eccessivo afflusso di turisti nella Valle dei Re a Luxor. Complici le crociere ed i tour continui degli autobus, che fanno la spola dalle località balneari del Mar Rosso, sono migliaia i turisti che accorrono per vedere la tomba più famosa di tutto l'antico Egitto, e anche solo la loro presenza, che turba la temperatura e l'atmosfera del luogo, stanno arrecando gravi danni agli affreschi originali.

Per questo motivo il Consiglio Supremo delle Antichità aveva commissionato nel 2009 la costruzione di alcune repliche accurate delle tombe di Seti I, Nefertari e Tutankhamon, sperando in questo modo di spostare parte del flusso turistico e scongiurare ulteriori ed irreparabili danni causati da decenni di turisti che hanno letteralmente “assalito” queste antichissime tombe .

Le variazioni di temperatura e di umidità, dicono gli esperti, sono la causa dello sgretolamento del gesso degli affreschi, e la base su cui sono stati dipinti in modo magistrale le raffigurazioni pittoriche delle camere funerarie, tende a staccarsi dalle pareti. Continuando questo trend di deterioramento in breve tempo sarebbe divenuto necessario fermare il flusso turistico in questi siti archeologici. Ironia della sorte, purtroppo, il flusso turistico si era già fermato da solo, a causa delle tensioni sociali che stanno attraversando l'Egitto post-Morsi, ma intanto la realizzazione della replica della tomba di Tutankamen è giunta ormai a compimento.

Una società con sede a Madrid, Factum Arte, che ha lavorato con i musei di tutto il mondo per la produzione di facsimili di opere d'arte a rischio, ha utilizzato una tecnologia scanner 3D per creare la perfetta replica della tomba di Tutankamon in un processo che ha richiesto diversi anni per essere completato. La nuova versione della tomba di Tutankhamon è stata installata appena fuori la casa di Howard Carter, che si trova a meno di un chilometro da dove si trova l'originale nella Valle dei Re a Luxor. La scoperta dell'archeologo britannico risale al 4 novembre del 1922, quando la squadra al lavoro si imbatté clamorosamente nella tomba e tesoro del giovane faraone Tutankhamon, una scoperta che affascinò il mondo intero.

La speranza del Consiglio Supremo delle Antichità è che la replica diventi popolare quanto l'originale, anche giocando sulla famosa leggenda della maledizione, che colpirebbe i profanatori del luogo. In questo modo i visitatori verrebbero protetti dalle ire del Faraone, che non verrebbe disturbato nel luogo della sua vera sepoltura.
Però i dubbi restano, e trasformare un sito archeologico in una specie di parco tematico virtuale, riduce molto, secondo noi, il fascino della visita. Ma forse questo è il prezzo da pagare alle logiche dei tour operator, che scaricano migliaia di turisti inconsapevoli, in un flusso enorme ma che, forse, contribuisce al degrado culturale di una regione, oltre che a quello ambientale ed archeologico...
  •  

 Pubblicato da il 12/11/2013 - 1.754 letture - ® Riproduzione vietata

Leggi anche ...

22 Aprile 2014 Itinerario in Nicaragua tra cittą coloniali, ...

Il Nicaragua, maggiore tra i cinque paesi del Centro America (grande quanto ...

NOVITA' close