Cerca Hotel al miglior prezzo

Oscar 2013, viaggio tra le location dei film in concorso

Pagina 1/2

Siamo arrivati alla magica notte degli Oscar, ed oltre a sognare le nostre star del cuore, alcuni dei film in competizione possono offrire anche degli ottimi spunti di viaggio, grazie agli scenografici paesaggi che possono diventare anche il magico fondale delle nostre vacanze. Questi film hanno quindi qualche location che potrebbe diventare l'obiettivo della vostra prossima vacanza, rivivdendo in prima persone quei luoghi che vi hanno fatto sognare, durante l'inverno, la vostra fuga dalla difficile quotidianetà.

Lincoln - candidato a 12 Oscar
Di sicuro il film candidato al maggior numero di statuette, Lincoln di Spielberg, da l'opportunità agli spettatori di vedere alcuni angoli famosi degli Stati Uniti: la capitale Washington di allora era molto diversa dalla metropoli odierna, ma alcuni siti storici conservano lo stesso fascino che avevano al tempo del 16° presidente degli Stati Uniti, Abram Lincoln, che con il 13° emendamento alla costituzione americana di fatto segnò la fine della schiavitù nel mondo occidentale. Nel film compaiono luoghi iconici come la collina di Capitol Hill, dove il Campidoglio può essere visitato con dei tour guidati, oppure potete recarvi al Ford's Theatre dove l'attore John Wilkes Booth sparò al presidente. Ferito a morte l'agonizzante Lincoln fu poi trasportato nell'antistante Peterson House, dove spirò il giorno dopo. Entrambi luoghi fanno oggi parte del Ford's Theatre National Historic Site, dato che il teatro venne subito confiscato dal governo, per evitare che venissero celebrati spettacoli dove era stato ucciso il più importante Presidente degli Stati Uniti d'America.

Altri luoghi legati al film di Lincoln li troviamo a Richmond: il Virginia State Capitol di Richmond, uno dei campidogli più storici degli USA, disegnato da Thomas Jefferson, è stato ampiamente utilizzato per le scene del film. Molti tour operator di Richmond offrono ora dei tour a tema Lincoln, che includono oltre al campidoglio i giardini di Maymont e la storica Maymont Mansion del 1893, il Richmond's Valentine History Center e lo storico Jefferson Hotel.

Vita di Pi – candidato a 11 premi Oscar
Il film Vita di Pi racconta la storia di Piscine Molitor Patel, un indiano chiamato semplicemente Pi e della sua incredibile avventura, con il naufragio e la insperata salvezza raggiunta in compagnia di una tigre. La parte iniziale del racconto, che Pi descrive ad uno scrittore che vuole scrivere un libro sulla sua storia, si svolge a Pondicherry. La città di 220 mila abitanti si trova sulla costa sud-est dell'India, ed è unica in quanto un tempo era stata colonizzata dai francesi e ha ancora oggi una notevole presenza francese. Fu ceduta dalla Francia all'india nel 1954 ed ora può risultare una meta interessante, assieme alle altre tre città del cosiddetto Territorio di Pondicherry e cioè Mahe, Karaikal e Yanam, in totale 4 enclavi collegata tra loro dall'eredità francese. Da visitare il suo quartiere francese chiamato la “Ville Blanche” che si contrappone alla “Ville Noir”, il suo quartiere tipicamente indiano.

Les Miserables – candidato a 8 premi Oscar
Il musical, basato sul classico romanzo di Victor Hugo è l'occasione giusta per pensare alla vostra prossima vacanza in Francia e specialmente nelle regioni a nord di Parigi. Ovviamente la capitale compare nel film in versione 18° secolo, ma in effetti molto ancora, di quell'epoca, riaffiora nella Parigi moderna, specialmente nelle strade ed architetture delle due isole della Senna, la Île de la Cité e la Ile Saint- Louis, e del quartiere a nord chiamato Marais. L'Ile de la Cite era il centro medievale di Parigi e comprende punti di fama mondiale come la cattedrale di Notre Dame, che risale al 1163. Inoltre qui si trova la Conciergerie, dove fu imprigionata la famiglia reale durante la Rivoluzione francese. Il quartiere di Marais è oggi conosciuto per i suoi negozi e caffè, ma include la bella Place des Vosges, dove si trova la Maison de Victor Hugo, la casa museo dell'autore, da non perdere (visita gratuita). Imperdibile allo stesso tempo una visita a Montreuil-sur-Mer, una cittadina nei pressi del Canale della Manica, quella che la storia vede diventare sindaco Jean Valjean, una bella cittadina molto amata dallo steso Hugo, e proprio qui, ogni estate, la città offre in piazza una versione di "Les Miserables".

... Pagina 2/2 ... Argo – candidato a 7 premi Oscar
Un film relativo alla crisi tra USA e Iran del 1979, quando gli studenti, in piena rivoluzione islamica, assaltano l'ambasciata americana a Theran. Sebbene il film avrebbe dovuto essere girato nella capitale dell'Iran, per i problemi che continuano a contrappore il governo di Theran con l'america, il regista Ben Affleck ha scelto Istanbul, con alcune sequenze memorabili all'interno di Hagia Sofia, il museo-basilica di Santa Sofia, una delle architetture simbolo del mondo antico. Altre location di Argo si trovano a Washington, dove anche i turisti possono fare un tour tra le stanze del Dipartimento di Stato, a condizione di aver fatto una richiesta diretta sul sito ufficale, e poi ci sono scene girate a McLean, in Virginia, dove si trova il notevole Great Falls National Park, e, naturalmente , a Hollywood!

Django Unchained – candidato a 5 premi oscar
Siamo sempre negli Stati Uniti, parliamo ancora di schiavitù, ma questa volta il tema è affrontato dal punto di vista più crudo di Quintin Tarantino, e con la prospettiva del profondo sud americano. Gran parte del film è stato girato in Lousiana e più precisamente a Edgar, una cittadina a circa 35 km a nord di Thibodaux. E 'in questa località lungo il fiume Mississippi, a Evergreen Plantation, che Calvin Candie alias Leonardo DiCaprio, viveva nella sua piantagione di canna da zucchero. Qui, oggi potrete compiere visite guidate a pagamento, e vedere ben 37 edifici classificati come storici di cui 22 originali cabine degli schiavi.

Zero Dark Thirty - candidato a 5 premi Oscar
E' il film che racconta del blitz che ha portato all'uccisione di Osama Bin Laden, e quindi la maggior parte degli esterni sarebbero ambientati in Pakistan. La location delle riprese è però la città indiana di Chandigarh, che rimane a circa 250 km a nord di nuova Deli, e possiede una popolazione di poco più 1 milione di abitanti. E' considerata una delle città più belle dell'India, anzi è soprannominata “la città meravigliosa” con il suo piano urbanistico che fu progettato dal famoso architetto Le Corbusier. Se invece volete respirare un atmosfera da complotto internazionale, potete recarvi a Washington, dove si svolge il resto della storia, e visitare il particolare International Spy Museum un particolare museo interattivo, ad argomento spie ed intrighi internazionali, con cui collaborano anche membri della CIA, cosa che lo rende piuttosto credibile.

Re della terra selvaggia – candidato a 4 premi Oscar
Il titolo originale è “Beasts of the Southern Wild” ovvero le Bestie del selvaggio sud, e racconta la storia di una padre ed una figlia che vivono sul bordo di una palude nel sud degli USA. Se vi affascinano le aree umide riprese nel film, sappiate che anche il Re della Terra Selvaggia è stato girato in Louisiana, e più precisamente a Montegut, a circa una settantina di km a sud est di New Orleans.
Nonostante l'erosione degli ultimi decenni, a causa dei vari uragani che hanno colpito queste zone, le zone umide della Louisiana rimangono ancora molto belle da visitare, e sono luoghi molto interessanti per fare bird-watching e vedere grandi carnivori come gli alligatori.

 Pubblicato da il 24/02/2013 - 2.211 letture - ® Riproduzione vietata

25 Ottobre 2014 Apre l'iceberg della Fondazione Louis Vuitton ...

Parigi, si sa, è la capitale mondiale della moda. Sulle passerelle ...

NOVITA' close