Cerca Hotel al miglior prezzo

I luoghi dove stato girato il film Biancaneve e il Cacciatore

In questi giorni i cinema italiani hanno iniziato le proiezioni del film Biancaneve e il Cacciatore (Titolo originale: Snow White and the Huntsman), del regista Rupert Sanders, che racconta la classica favola dei fratelli Grimm, la stessa che era stata adattata da Walt Disney, ma questa volta in una versione decisamente più “dark” e con ambientazione gotica. Quando guarderete il film, ammirando la splendida Charlize Theron nel ruolo della perfida regina, il cacciatore Chris Hemsworth, e Kristen Stewart che interpreta “Snow-White”, e che potrete apprezzare o meno a seconda dei vostri gusti, vedrete in ogni caso degli scenari di grande fascino: vi potrà sembrare incredibile, ma molte di queste scene sono state girate a pochissimi chilometri della periferia di Londra, mentre altre immagini hanno preso in prestito le magiche coste del Galles, o i paesaggi fiabeschi del Lake District.

Una delle battaglie più drammatiche del film si svolge infatti presso la casa d'infanzia di Biancaneve, un pittoresco villaggio di pescatori sulle rive di un lago. Questo villaggio è stato costruito ex-novo allo scopo dalla Universal Pictures, che ha scelto le rive degli stagni di Frensham Ponds, un'area di straordinaria bellezza naturale, nonchè sito protetto per il suo speciale interesse scientifico. Si tratta due pozze d'acqua immerse in una area verde del Surrey, a circa 40 km a sud-ovest della periferia di Londra. Il più grande è chiamato Frensham Great, mentre a circa un chilometro di distanza, a nord-est del primo, si trova il Little Pond.

Ovviamente ora il villaggio non esiste più: era stato costruito in circa 2 mesi e mezzo, ed è servito per 9 giorni di riprese, conclusi con il rogo finale, e la completa distruzione del borgo dei pescatori. Per bruciare il villaggio sono state adottate delle tecniche particolari, senza danneggiare l'importante ecosistema dei due stagni. Anzi i soldi lasciati dalla Universal, hanno contribuito a sistemare le protezioni delle sponde, che avevano subito nel tempo dei fenomeni di erosione. Ricordiamo che Frensham Ponds sono due bacini lacustri di origine antropica, scavati in epoca medievale, per creare una riserva di pesca per la tenuta del Vescovo di Winchester. Se arrivate a Londra, gli stagni distano appena mezz'ora d'auto dall'aeroporto di Heathrow, e circa un'ora da quello di Gatwick.

Altre scene riprese all'interno di foreste provengono sempre dalla periferia di Londra: Bourne Woods è un bosco di conifere che si trova a nord di Frensham, sempre a sud-ovest della capitale dell'Inghilterra, mentre nel Buckinghamshire, non distante da Slough, troviamo i boschi di Burnham Beeches, utilizzati per le scene del viaggio tra il Santuario delle Fate e la Foresta Oscura. Infine il Great Park di Windsor, con alcune delle sue querce vecchie di 800 anni, è stato utilizzato nelle scene della Foresta Incantata e delle Foresta Oscura.

Ma c'è molto più Regno Unito all'interno del film: altre riprese di Biancaneve e il Cacciatore, si sono svolte tra i magnifici paesaggi del Lake District, nel nord-est dell'Inghilterra. Uno dei luoghi utilizzati è il Blea Tarn, un lago circondato dalle cime rocciose dei Langdale Pikes, rilievi alti più di 200 metri. Altre scene hanno utilizzato le grotte artificiali di Cathedral Quarry, sempre nel Lake District, degli anfratti scavati dell'uomo che presentano a tratti la solennità di una cattedrale. Se vi intrigano le scene della battaglia sulla spiaggia, allora una vostra prossima meta potrebbe essere il Galles: dovete dirigervi nel Pembrokeshire Coast National Park e più precisamente a sud del villaggio di Marloes, dove si trova la magnifica spiaggia di Marloes Sands: qui la troupe di Biancaneve e il Cacciatore ha trascorso una intera settimana per compiere le riprese di una epica battaglia. Non aspettatevi di vedere però il castello: troverete solo la piatta isola di Gateholm Island, su cui in modo digitale è stato aggiunto il profilo del castello. Ma anche senza di esso il paesaggio dell'estremità sud-orientale delle coste del Galles vale comunque la pena per i suoi panorami selvaggi e spettacolari.
  •  

 Pubblicato da il 16/07/2012 - 13.198 letture - ® Riproduzione vietata

19 Settembre 2014 The Troubles: a Belfast sulle tracce del ...

Un viaggio è scoperta, conoscenza, curiosità. Amare viaggiare ...

NOVITA' close