Cerca Hotel al miglior prezzo

Crociere sicure? Dopo Costa Concordia ci si interroga sulla sicurezza in mare

Pagina 1/2

Sono tante le navi da crociera, sempre più grandi, che vengono costruite ogni anno, e il loro numero è destinato ad aumentare nei prossimi lustri. Ma la tragedia dell'isola del Giglio, con l'affondamento di Costa Concordia, sta sollevando molte domande riguardo alle dimensioni di questi giganti del mare e alle procedure di sicurezza adottate dalle varie compagnie. Queste Mega navi possono far fronte alle conseguenze di un grave incidente? Quanto sono importanti le dimensioni di una nave da crociera per la sua sicurezza intrinseca?

Per diversi anni, le aziende hanno investito nella costruzione di immense navi, sempre più grandi. Il simbolo di questo trend è sicuramente la Allure of the Seas della compagnia Royal Caribbean, la più grande nave da crociera del mondo: 360 m di lunghezza, 60,5 m di larghezza, una altezza massima di 72 m e un pescaggio di appena 9,3 m.
Il suo progetto parla chiaro, si tratta di una nave dalla stazza quasi doppia di Costa Concordia, con 225.000 tonnellate, 18 ponti, 30 bar e ristoranti, 90.000 m2 di moquette, 7.000 opere d'arte, 2.300 tonnellate di acqua in piscine e la sua enorme capacità è di ben 5.400 passeggeri e 2.165 membri dell'equipaggio!

Oasis non è il solo gigante dei mari, dal momento che la stessa compagnia ha anche una nave gemella, chiamata Oasis of the Seas, più piccola per pochi centimetri. Altre aziende come la MSC, Carnival (che possiede quote di Costa Crociere), RCI e Norwegian Cruise Line sono tutte compagnie di navigazione che hanno diverse navi con capacità superiori ai 3.000 passeggeri.

Un rapporto intitolato "Navi di grandi dimensioni, domande e risposte possibili", redatto dall'Istituto francese del mare (IFM), pubblicato nell'aprile 2009, affermava che la tendenza verso la creazione di queste enormi navi appariva come irreversibile. Una delle conclusioni degli autori di questo rapporto è che in effetti non ci sono limiti tecnici per le dimensioni delle navi. La loro grandezza è limitata solo dalla fantasia di ingegneri e progettisti, e dai costi eventuali di realizzazione, e quindi ci può aspettare in un futuro non tanto lontano anche navi ancora più gigantesche.

... Pagina 2/2 ... Forse non ci sono limiti tecnici costruttivi, ma cosa si può dire quanto riguarda la sicurezza dei passeggeri? L'evacuazione di navi da 500 passeggeri sembra ancora decisamente più semplice che quelle di enormi navi da 3000 passeggeri, e alla luce dell'incidente di Costa Concordia, queste meganavi potrebbero sembrare piuttosto problematiche. Tuttavia, analizzandole rispetto ad altri mezzi di trasporto, la situazione non sembra così grave, anzi.

Secondo il rapporto IFM anche nel peggiore dei casi, è comunque difficile immaginare che il tasso di mortalità causato da incidenti in mare. possa raggiungere quello degli incidenti stradali, che ricordiamo registrano diverse decine di migliaia di morti all'anno nella sola Europa. La mortalità negli incidenti di navigazione nelle crociere, risulta inferiore anche a quella degli incidenti aerei . In definitiva la probabilità che una grande nave affondi, facendo perire tutti i passeggeri ed il personale a bordo è veramente molto bassa. Le navi inoltre sono dotate di notevoli strumentazioni a bordo, in grado di prevenire tantissime delle potenziali situazioni di pericolo. L'errore umano fa comunque parte del gioco, sia per quanto riguarda le crociere che gli altri mezzi di trasporto di massa, come treni ed aerei.

Allo stesso modo, l'Associazione francese delle compagnie di crociera (AFCC) ha recentemente dichiarato che la dimensione di navi moderne non ha alcun impatto sulla questioni della sicurezza in mare. Gli incidenti come quello di Costa Concordia sono stati per ora estremamente rari nel corso della storia della navigazione, e se affrontati con procedure collaudate, possono essere risolti in modo positivo, e con danni limitati.


Fonte: Tourism Review - Copyright Orbinet.cz
Visita Tourism-review.com
 

 Pubblicato da il 24/01/2012 - 4.359 letture - ® Riproduzione vietata

23 Ottobre 2014 Feste di Halloween nei parchi divertimento ...

Da qualche decennio la moda di Halloween impazza anche in Italia, ed il ...

NOVITA' close